Accesso al pannello di amministrazione dell'eshop >> (Questo messaggio lo vedi solo tu!)

La leggenda dell'estate di San Martino

L'Estate di San Martino si verifica solitamente intorno all'11 novembre e, come recita un famoso detto popolare: "L’estate di San Martino dura tre giorni e un pochino".

La durata di questo periodo dal clima più mite, in cui prevalgono le belle giornate e non ci sono precipitazioni, non ha un limite ben definito. Nel nostro emisfero, si verifica proprio in concomitanza del giorno in cui si celebra il Santo, l'11 novembre appunto.

Un'antica leggenda narra che:


"Un giorno d’autunno - molto probabilmente proprio l’11 novembrementre usciva a cavallo da una delle porte della città di Amiens in Francia, Martino, uomo di nobili origini e valoroso cavaliere, si imbatté in un uomo molto povero, nudo e infreddolito.

In quel giorno di grande maltempo, Martino si impietosì e senza esitare tagliò il suo mantello di lana e donò una delle due metà al povero.

Al compimento di quel nobile gesto, la pioggia dopo pochi istanti smise di cadere, il cielo si aprì e spuntò il sole, facendo diventare la temperatura subito più mite.

Martino quella notte sognò Gesù che gli rivelò di essere lui il mendicante al quale aveva donato il mantello."


Per questo la leggenda vuole che, ogni anno, ci sia un’interruzione dalla morsa del freddo per commemorare quanto Martino aveva fattoquell'11 novembre.

Secondo gli storici Martino da Tours si convertì al cristianesimo proprio dopo l’episodio del mantello e successivamente divenne Vescovo di Tours.

Ma 'sto Paracord cos'è?
Calze tecniche outdoor